Un Ufficio delle Nazioni unite per prevenire l'estinzione dell’umanità

Indebolimento dello scudo magnetico terrestre, gas nocivi dagli oceani, nanotecnologie e IA fuori controllo, epidemie mondiali: sono alcune delle minacce future. La proposta di Millennium project, World futures studies federation e Association of professional futurists.

di Mara Di Berardo 

In una lettera aperta al Segretario Generale delle Nazioni unite, António Guterres, Vint Cerf, pioniere di internet, il premio Nobel Oscar Arias, e altri leader nel campo della tecnologia, degli affari, della politica, dell'ambiente e della scienza nel mondo chiedono un nuovo Ufficio delle Nazioni unite per le Minacce strategiche che coordini una ricerca globale sulle minacce strategiche o esistenziali per l'umanità e sulla loro prevenzione.

La lettera richiede che il Segretariato delle Nazioni unite conduca uno studio di fattibilità su questa proposta per un nuovo ufficio delle Nazioni unite. L’obiettivo è avere uno specifico ufficio che si concentri soltanto su ciò che potrebbe farci estinguere. Le Nazioni unite hanno già agenzie che indirizzano molte tendenze importanti di oggi - come la diminuzione dell'acqua potabile pro-capite, la concentrazione della ricchezza e la violenza etnica -, ma queste non costituiscono una minaccia alla sopravvivenza della nostra specie.

Esistono però minacce a lungo termine che potrebbero effettivamente estinguere l’umanità, come ad esempio l’indebolimento dello scudo magnetico terrestre che ci protegge dalle radiazioni solaro, enormi emanazioni di gas nocivi (H2S) dagli oceani deossigenati a causa del riscaldamento globale e possibili nanotecnologie dannose. Un individuo da solo potrebbe creare e utilizzare un giorno un'arma di distruzione di massa, probabilmente da biologia sintetica. Potrebbe esserci un inasprimento delle guerre nucleari. Potrebbero verificarsi nuove pandemie incontrollabili e più intense. Si potrebbero verificare incidenti con un acceleratore di particella, esplosioni di raggi gamma solari o anche una collisione di asteroidi.

Questo nuovo Ufficio per le Minacce Strategiche delle Nazioni unite, al servizio di agenzie internazionali, organizzazioni multilaterali, stati nazionali e umanità in generale, potrebbe diventare un punto di collaborazione per indirizzare queste minacce a lungo termine e la sopravvivenza dell’umanità, identificando, monitorando, anticipando e coordinando una ricerca strategica su scala globale. L'idea è nata durante la celebrazione del "World future day" il primo Marzo 2021, una conferenza globale online coordinata dal The Millennium project a cui hanno partecipato circa un migliaio di esperti provenienti da 65 paesi. Subito dopo, il The Millennium project ha avviato e concluso una raccolta firme per offrire una risoluzione all’Assemblea Generale delle Nazioni unite. Ciò potrebbe dare mandato al Segretariato UN per condurre lo studio di fattibilità relativo alla proposta di un Ufficio per le Minacce Strategiche delle Nazioni unite.

L’idea sembra in linea con l’attuale orientamento delle Nazioni unite. Il Segretario Generale UN António Guterres ha di recente pubblicato il rapporto “Our common agenda”, un’ampia strategia progettata per rafforzare e accelerare accordi multilaterali, particolarmente relativi all’Agenda 2030, e per fare la differenza nella vita delle persone. Le quattro aree di questa visione sul futuro della cooperazione globale sono una rinnovata solidarietà tra le persone e tutte le generazioni, anche quelle future, un nuovo contratto sociale ancorato nei diritti umani, una migliore gestione de beni comuni globali più critici e beni publici globali che portino equità e sostenibilità per tutti.

Il Segretariato Generale delle Nazioni unite chiede di pensare al lungo termine, di dare di più e più voce alle generazioni di oggi e di domani e di prepararci al meglio per le sfide globali di fronte a cui ci troviamo. Propone Futures Lab per migliorare le capacità di previsione sociale, Summits of the Future per definire accordi sul Global Digital Compact e di rafforzare la previsione strategica internazionale. Propone anche di istituire un Rapporto sulla previsione strategica e il rischio globale, da rilasciare ogni 5 anni, e una Emergency Platform per rispondere alla complessità delle crisi comuni.   

La proposta di un Ufficio strategico per le Minacce globali potrebbe contribuire alla necessità di migliorare la previsione strategica. I promotori dell’iniziativa del nuovo Ufficio per le Minacce Strategiche presso le Nazioni Unite unite hanno già avviato un dialogo con molti paesi nel mondo per introdurre la proposta di studio di fattiblità presso l’Assemblea generale delle Nazioni unite, il luogo più adeguato per discutere e adottare la relativa risoluzione. Sarebbe strategico anche per l’Italia far parte di questa discussione globale, come lo è per tutti nel mondo.   

Risorse

di Mara Di Berardo

Martedì 21 Settembre 2021