22 dicembre 2021

"Ti stampo una bistecca?", "Toccare il sole", "Riprogrammiamo la durata della vita": questi i temi della nostra rassegna settimanale.

  • Ti stampo una bistecca? La società israeliana di carne coltivata in laboratorio, MeaTech 3D, ha prodotto una bistecca da cento grammi attraverso il bioprinting, una tecnologia che permette di costruire tessuti e organi tramite una stampante 3D. “Si tratta della più grande bistecca coltivata in laboratorio al mondo”, dichiara l’azienda. “È una pietra miliare per la produzione in scala di bistecche bio-stampate”. Questa tecnologia, ancora agli inizi, potrebbe ridurre drasticamente la nostra dipendenza dall'allevamento e dalla macellazione degli animali, nonché l'impronta inquinante dell’alimentazione umana. Secondo The Guardian, MeaTech 3D spera di lanciare un prodotto pilota entro il prossimo anno, provando a proporlo sul mercato a prezzi ragionevoli.

  • Toccare il sole. La Parker solar probe della Nasa è la prima navicella spaziale ad aver “toccato il Sole”. La notizia, riportata dalla stessa agenzia, riguarda il cammino compiuto dalla piccola sonda, che si è fatta strada attraverso l'atmosfera superiore della stella, rilevando importanti letture dell'ambiente circostante. Quando la sonda è scesa a circa 10,5 milioni di chilometri dalla superficie del Sole, è passata attraverso una sezione della corona solare chiamata pseudostreamer, la cui composizione è visibile dalla Terra solamente durante le eclissi solari. "Passare attraverso lo pseudostreamer è stato come volare nell'occhio di un ciclone", si legge nella dichiarazione della Nasa. Qui il video che ricostruisce l’attraversamento dello pseudostreamer, ottenuto unendo migliaia di immagini diverse.

  • Riprogrammiamo la durata della vita. Secondo Neoscope, Brian Armstrong, fondatore della società di scambio di beni digitali Coinbase, ha lanciato “NewLimit”, una nuova società di “riprogrammazione epigenetica”, che si pone l'obiettivo di estendere la durata della vita umana. Armstrong sta collaborando al progetto con Blake Byers, imprenditore della Silicon Valley con un dottorato di ricerca a Stanford in bioingegneria, per fermare l'invecchiamento sul nascere (idea simile a quella che sta portando avanti anche Jeff Bezos, fondatore di Amazon). “NewLimit inizierà interrogando a fondo i fattori epigenetici dell'invecchiamento e sviluppando prodotti in grado di rigenerare i tessuti per trattare specifiche popolazioni di pazienti”, si legge in un comunicato stampa. Per comprendere l’evoluzione delle cellule umane con l'età, la società ha dichiarato che si servirà di “modelli di apprendimento automatico”.

di Flavio Natale 

Mercoledì 12 Gennaio 2022