05 maggio 2021

"Arti marziali e spaziali", "Zanzare, zanzare, zanzare", "Pirateria fluviale": questi i temi della nostra rassegna settimanale.

  • Arti marziali e spaziali. La società Iervolino Entertainment, attiva nella produzione di contenuti cinematografici e televisivi, con la collaborazione della startup Space 11 ha recentemente annunciato la creazione di "Galactic Combat", un nuovo format di combattimenti di arti marziali miste che si svolgerà nello spazio, a gravità zero. Come ha sottolineato Jeff Foust, senior writer di Space news su Twitter, “Galactic Combat si terrà su un veicolo spaziale appositamente progettato con una 'capsula da combattimento' incorporata, mentre orbiterà attorno alla Terra”. La maggior parte della competizione si concentrerà però sull'allenamento: dei 40 concorrenti previsti solo otto, secondo il progetto, accederanno alla fase finale, mentre gli altri saranno eliminati nel corso di un programma che utilizza metodi di allenamento degli astronauti. “Gli otto finalisti si sfideranno poi per raggiungere la finale vera e propria, che si svolgerà nella navicella spaziale da combattimento”.

  • Zanzare, zanzare, zanzare. Oxitec, società britannica di biotecnologia, con la collaborazione dell'Agenzia statunitense per la protezione dell'ambiente e dei governi locali (Epa), prevede di rilasciare 500 milioni di zanzare geneticamente modificate nella regione delle Florida Keys. “Si tratta di una forma di controllo mirato dei parassiti”, riporta Futurism. L’esperimento consiste nell’inoculazione di un gene chiamato OX5034 e ha come obiettivo il decremento delle zanzare Aedes aegypti. “Questi insetti costituiscono soltanto il 2-4% della popolazione di zanzare delle Florida Keys, ma sono associati a quasi tutti i casi di malattie trasmesse che colpiscono gli esseri umani, come la dengue e la malaria”. Le zanzare di sesso maschile geneticamente modificate – che non mordono – si riprodurranno con le femmine selvatiche (che invece mordono gli esseri umani). Trasmettendo il gene OX5034, introdurranno un carico ereditario che impedirà a qualsiasi prole femminile di raggiungere l'età adulta. “Così, più le zanzare si riprodurranno e meno ce ne saranno di pericolose per l’uomo”. L’esperimento è finanziato anche dalla Bill & Melinda Gates Foundation.

  • Pirateria fluviale. “Mentre l'aumento delle temperature globali erode i ghiacciai, i fiumi stanno fisicamente cambiando il loro corso. La pirateria fluviale rischia di lasciare le comunità e gli ecosistemi naturali senza le fonti d'acqua su cui fanno affidamento”. Secondo The Guardian, la pirateria fluviale, ovvero quel fenomeno per cui l’acqua, a causa dell’erosione o scioglimento dei ghiacciai, devia il proprio corso in modo tale che un fiume viene incorporato da un altro, sta aumentando esponenzialmente. Il primo caso moderno di si è verificato nel 2016, quando il ghiacciaio Kaskawulsh – il più grande del Canada – si è sciolto così rapidamente che il fiume che alimentava si è rimodellato a migliaia di chilometri di distanza dalla sua foce originaria, nel Mare di Bering. E mentre finora si pensava che la maggior parte dei casi di pirateria fluviale potesse avere effetti lievi, una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Geomorphology avverte che questo fenomeno potrebbe creare gravi conseguenze all’interno di ecosistemi fragili come quello dell’Alaska, alterando drasticamente anche la disponibilità di acqua per gli esseri umani.  

di Flavio Natale

Giovedì 13 Maggio 2021