9 febbraio 2021

"Spinaci da guardia", "Perché il gatto non si annoi", "La casa stampata": questi i temi della nostra rassegna settimanale.

  • Spinaci da guardia. Tra non molto riceveremo e-mail dai vegetali. Yahoo!News riferisce che gli scienziati del Massachusetts Institute of Technology (Mit) hanno installato dei nanosensori sulle foglie delle piante di spinaci, che si illuminano a certe condizioni. Il cambiamento è percepito da una videocamera a infrarossi, in grado di trasmettere una mail di avvertimento. La sperimentazione è stata orientata alla individuazione di esplosivi, ma in futuro potrà anche servire a segnalare inquinamento o cambiamenti di temperatura.
     
  • Perché il gatto non si annoi. Trattiamo bene il nostro micio? Non abbastanza: secondo la Royal society for the prevention of cruelty to animals, Rspca, la più grande Ong britannica di protezione degli animali, i gatti sono i most neglected pets, beniamini trascurati ai quali non dedichiamo abbastanza tempo. Ma niente sensi di colpa: il sito Futurism annuncia che per il vostro gatto potete acquistare Ebo catpal, un robottino da compagnia, che lo terrà occupato rotolando in modo imprevedibile sul pavimento, per poi tornare alla sua cuccia (del robot, si intende) quando deve ricaricarsi. Un po’ più caro è Ebo catpal Pro, dotato di intelligenza artificiale. È in grado di percepire l’umore del felino e di adattare di conseguenza le sue proposte di gioco.
     
  • La casa stampata. Era nelle previsioni e finalmente è arrivata: un’intera casa realizzata con stampanti 3D. Queste villette, riferisce The Byte,  sono in vendita a Riverhead, un villaggio nella parte nord di Long Island (NY), al prezzo di 299mila dollari, circa la metà del prezzo di mercato delle case di pari dimensioni costruite con altri metodi. I pannelli di cemento che escono dalla stampante si assemblano creando una casa a un piano, con tre camere da letto e due bagni. Nelle speranze dei produttori, la realizzazione con stampante in 3D potrà contribuire a risolvere la crisi degli alloggi che affligge molte città americane, anche a causa di prezzi che stanno diventando inarrivabili per la classe media.

di Donato Speroni

Giovedì 18 Febbraio 2021