Voci dal futuro

"Mostro di fuoco", "Wikipedia non è affidabile”", "Cuori artificiali": questi i temi della nostra rassegna settimanale.

- Voci dal futuro 

  • Mostro di fuoco. “Il più grande incendio negli Stati Uniti di questa stagione si è esteso così tanto da influenzare le condizioni meteorologiche della zona”, riporta il New York Times. Il Bootleg Fire, nel sud dell'Oregon, ha infatti già bruciato 853 chilometri quadrati di foreste e praterie nelle ultime due settimane, stimolato dalle ondate di calore legate ai cambiamenti climatici. “L'incendio è così grande e genera così tanta energia che sta modificando il tempo”, ha detto al New York Times Marcus Kauffman, portavoce del dipartimento forestale statale. “Normalmente il tempo prevede cosa farà il fuoco. In questo caso, il fuoco sta predicendo cosa farà il tempo”. Una nuvola in particolare è diventata così alta da diventare un pirocumulonembo (tipo di nube che si forma al di sopra di intense fonti di calore) e sta generando fulmini, che potrebbero innescare nuovi incendi. 

  • “Wikipedia non è affidabile”. A dirlo è Larry Sanger, cofondatore dell’enciclopedia online, in un’intervista recentemente rilasciata a Lockdown Tv. Sebbene Sanger sembri difendere la visione originale di Wikipedia come un progetto "open-source" accessibile, si è anche domandato: “Puoi fidarti che ti dica sempre la verità? Beh, dipende da cosa pensi che sia la verità”. Per sostenere il suo caso, Sanger ha criticato la pagina di Wikipedia su Joe Biden, presidente degli Stati Uniti. “L'articolo di Biden, se lo guardi, rivela ben poco delle preoccupazioni che i repubblicani hanno avuto su di lui”, ha detto Sanger a Lockdown Tv. Il cofondatore di Wikipedia ha infatti sostenuto che dovrebbe esserci almeno un paragrafo dedicato allo scandalo ucraino di Biden (poi aggiunto, quattro giorni dopo la pubblicazione dell’intervista) perché, in caso contrario, la pagina si leggerebbe come “il brief di un avvocato difensore”. 

  • Cuori artificiali. Negli Stati Uniti, migliaia di persone sono attualmente in attesa di trapianti di organi e una media di 17 persone al giorno muore per mancanza di tempo. Ora, secondo quanto riportato su ScienceAlert, un team di chirurghi ha completato con successo il primo impianto umano di un dispositivo cardiaco artificiale, chiamato "Aeson" e sviluppato dalla società francese Carmat (un secondo dispositivo è stato impiantato a Napoli, il primo intervento di questo tipo in Europa). Il cuore artificiale ha due camere ventricolari e quattro valvole biologiche, proprio come l'organo reale, ed è alimentato da un dispositivo esterno. Realizzato con "materiali biocompatibili" (incluso il tessuto bovino), il cuore artificiale utilizza una combinazione di sensori e algoritmi per mantenere il ritmo e la circolazione del sangue regolari. "Siamo incoraggiati dal fatto che il nostro paziente stia rispondendo così bene alla procedura”, ha affermato Carmelo Milano, cardiologo della Duke University School of Medicine. 

di Flavio Natale 

Giovedì 12 Novembre 2020