Voci dal futuro

"Abitare Marte", "Problemi da spie", "Velocissimo": questi i temi della nostra rassegna settimanale.

- Voci dal futuro 

  • Abitare Marte. Trasformare questo pianeta in un luogo in cui poter vivere è un sogno lontano. Marte, infatti, tra i tanti ostacoli, è privo di campo magnetico: senza questo scudo, qualsiasi astronauta sarebbe esposto alle radiazioni mortali delle tempeste solari. Un nuovo articolo pubblicato su Acta Astronautica, propone una strategia per risolvere questo problema. Molti pianeti sono circondati da cinture di plasma ionizzato, e i loro campi magnetici generano correnti elettriche interne. “L'idea per Marte è di fare il contrario: creare questa cintura e far passare delle correnti attraverso di essa per generare un campo magnetico”. Secondo Acta Astronautica, il materiale per un’azione di questo tipo potrebbe essere rilasciato da una delle lune di Marte.

  • Problemi da spie. La Cia e altre agenzie di spionaggio, secondo il Wall Street Journal, starebbero “lottando per mantenere i propri agenti sotto copertura”. Per il quotidiano, infatti, le agenzie di intelligence hanno faticato a adattarsi a un mondo coperto da smartphone, telecamere di sorveglianza e monitoraggio online. Il Wall Street Journal elenca una serie di casi in cui gli operatori dell’intelligence “sono stati ostacolati nei loro compiti” (come quando, nel 2017, una spia americana venne ripresa a incontrare Kim Jong-nam, fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un, pochi giorni prima che l’uomo venisse ucciso). Per il giornale, anche la stessa “polvere digitale” o le tracce che le persone lasciano online stanno minacciando la possibilità degli agenti di restare segreti a lungo.

  • Velocissimo. L'aereo elettrico Spirit of Innovation di Rolls-Royce ha battuto il suo record di velocità massima, volando in aria a 618,6 km/h. La notizia, riportata da The Byte, segna un altro punto a favore dell’elettrificazione del settore aeronautico. L’aereo funziona con un propulsore elettrico da 400 kilowatt e presenta "la batteria di propulsione più densa mai assemblata nel settore aerospaziale", secondo un comunicato stampa di Rolls-Royce. “Anche se gli aerei elettrici non sostituiranno subito quelli di linea a lungo raggio, potrebbero plausibilmente iniziare a fare viaggi più brevi”. Per Kwasi Kwarteng, segretario di Stato per gli affari economici l'energia e la strategia industriale del Regno Unito, questo risultato “mostra il potenziale del volo elettrico e aiuterà a sbloccare le tecnologie che potrebbero renderlo parte della vita di tutti i giorni”.

di Flavio Natale 

Giovedì 12 Novembre 2020